LABORATORIO DI SPERANZA E RESILIENZA

Abbiamo chiesto alle persone di pensare ad un momento di grande difficoltà della loro vita…

Pensate se in quel momento era presente in voi, Speranza !

Le interviste ci dicono che tanto più le persone erano, nonostante le difficoltà, avvolte anche da una flebile sensazione di speranza, tanto più quell’esperienza dolorosa è stata portatrice di evoluzione, di cambiamento.

In qualche modo si evince come ci sia un rapporto tra la “possibilità e forza di sperare” ed il superamento del dolore. Ne risulta che la speranza è un atteggiamento chiave nei periodi di rinascita, di guarigione interiore, di superamento del disagio. E’ leva per non lasciarci andare, sotto il peso della vita, della brutalità, del non-senso. Sulla base di questa semplice considerazione ci siamo chiesti se durante un colloquio il professionista può stimolare la speranza, può farla riaccendere, può essere lui stesso speranza. Così nasce un protocollo sperimentale sulla speranza.

Presto progetteremo dei residenziali per tutti coloro che sono ancora nel dolore, o nel dolore non-elaborato. L’intento di questi laboratori è permettere al dolore di fluire sotto lo sguardo della speranza.

Camminando dentro i nostri bisogni calpestati, troviamo ancora, tra le ceneri, le braci della nostra rinascita…

“Anche se il timore avrà sempre più argomenti, TU SCEGLI LA SPERANZA”.
Da questa frase di Seneca, stiamo completando il nuovo protocollo fra Bisogni e Speranza. Le persone ci raccontano di quanto abbia inciso positivamente sui propri bisogni questo stato d’animo.
La Speranza sembra essere la radice della resilienza, così chi ha sofferto ha potuto attraversare il dolore e trasformare il non-senso in nuova-vita.
Ci sono momenti in cui la speranza scompare, il buio sembra espandersi, fino al punto in cui una luce flebile torna in noi, lentamente si fa strada, lotta x noi e dentro di noi, non ci permette la resa, non ci chiude al sonno eterno, non ci lascia nella profonda desolazione…
È lei che ci sostiene, quando il respiro è ormai faticoso.
È lei che ci rialza quando le gambe sono troppo stanche.
È lei che porta luce quando la mente si spegne.
È lei che ci scalda quando il cuore fatica a battere.
Stiamo cercando una location immersa nel verde per ospitare il prossimo laboratorio
“FRA SPERANZA E RESILIENZA”, pensato x chi sta attraversando un dolore inconsolabile…
Segnalateci i luoghi più ricchi di questa energia vitale a: innovazionesociale@vivaiofamiglia.it